Frutta e verdura di stagione

Asparago

Di stagioneDa metà marzo a maggio
Nome completoAsparagus officinalis
Famiglia Liliaceae
Proprietà principali– Aiuta la digestione e la regolarità intestinale
– Alleato di cuore, muscoli e sistema nervoso
– Stimolano la diuresi e la depurazione dell’organismo
Maggior produttore mondialeCina
Valori nutrizionali
Apporto calorico: circa 25 cal (crudi) fino a 40 cal per 100 g
Contiene polifenoli
Ricchissimo di potassio
Contiene acido folico
Vitamine: A, C, B1, B2, B3
Sali minerali: ricco di Calcio (Ca), Potassio (K) e Fosforo (P), ferro (Fe), zinco (Zn), manganese (Mn) e magnesio (mg)

Nutrizione

L’asparago appartiene alla famiglia delle Liliaceae, la stessa dell’aglio, e contiene saponinepolifefonoli e una buona quota di minerali, in particolare potassio, grazie al quale si rivela alleato di cuore e muscoli in generale.

Gli asparagi sono considerati particolarmente benefici per il nostro apparato digerente per via del loro contenuto di inulina, un tipo di carboidrato che giunge intatto all’intestino ed è fonte di nutrimento per la flora batterica, in particolare per i lactobacilli. Oltre a supportare la digestione, l’asparago è considerato un antinfiammatorio naturale.

Gli asparagi non sono adatti a tutti! Infatti, a causa dell’elevato apporto di acidi urici, l’asparago rischia di aggravare problemi quali cistite, gotta, calcolosi renale, prostatite e alcune malattie osteoarticolari. 

Curiosità!

Sulla loro storia

Gli asparagi sono originari dell’Asia occidentale e vengono coltivati dall’antichità. I primi sembrano essere stati gli egizi, poi i romani, e nel tempo le complesse tecniche per coltivarlo si sono sempre più affinate.

Sono da sempre usati nella medicina tradizionale come rimedio contro i problemi di diuresi. Il motivo è dovuto alla presenza di un aminoacido chiamato asparagina, che ha proprietà diuretiche.

Colori e varietà?

La differenza sostanziale tra le varietà bianca e verde deriva dal fatto che la prima cresce in ambiente privo di luce!

Oltre alle varietà da supermercato, di grosse dimensioni, nelle zone appenniniche e subappenniniche si trova la varietà selvatica, detta volgarmente asparagina, che ha un sapore molto intenso e cresce prevalentemente nei pascoli e nei boschi di quercia.

Lo sapevi che…

Mangiare asparagi causa un odore particolarmente sgradevole dell’urina, dovuto probabilmente alla presenza in grande quantità di acido asparagusico e gruppi solfurei.
Non è ancora chiarissimo quali e quante siano le sosanze responsabili di questo fastidiosissimo odore, ma una cosa è certa: ci sono persone predisposte a sentire questo odore e altre che non ne sono in grado.
Curioso, no?

Ti è piaciuto questo articolo? Aiutami a divulgare la conoscenza!

E tu cosa ne pensi? Condividi la tua opinione e parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *