Frutta e verdura di stagione

Fragola

Di stagioneDa aprile a inizio agosto
Nome completoFragaria vesca (fragoline di bosco)
FamigliaRosaceae
Proprietà principali– Proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie
– Alleato del sistema nervoso, del metabolismo e dei reni
– Ha attività diuretica e depurativa
Maggior produttore mondialeCina
Valori nutrizionali
Apporto calorico: da 27 a 33 cal per 100 g
Contiene antocianina (responsabile anche del colore rosso)
Ricco di vitamina C
Contiene acido folico
Vitamine:A, B1, B2, B3, C
Sali minerali: contengono Calcio (Ca), Potassio (K), Fosforo (P), Ferro (Fe), manganese (Mn) e Sodio (Na)

Nutrizione

Le fragole sono uno dei frutti più amati: tagliate a tocchetti e con un po’ di succo di limone e zucchero diventano un dessert ipocalorico e golosissimo!
Sapevate che sono ricche di vitamina C? A parità di peso, battono persino i limoni!

Sono ricche di nutrienti, aiutano l’organismo a depurarsi e hanno proprietà diuretiche. Contengono anche xilitolo, che contribuisce a prevenire la placca dentale e uccide i germi responsabili dell’alitosi.
Le fragole contengono composti con azione antiossidante ed antinfiammatoria, come flavonoidi ed antocianine.

Le fragole sono alimenti potenzialmente allergizzanti: questa reazione si manifesta in genere con sintomi cutanei, come arrossamento ed orticaria, e della mucosa orale.

Curiosità!

Storia e varietà note

Quella della fragola è una pianta d’origine europea, e cresce spontanea nei nostri boschi. Dalla fine del settecento si è iniziato a coltivarla grazie all’introduzione di varietà ibride. 
Le varietà coltivate sono quasi tutte incroci tra Fragaria chiloensis e Fragaria virginiana. Fragaria vesca è invece il nome della fragolina di bosco.

Falso frutto!!

Ebbene sì, la fragola non è il vero frutto della Fragaria! Infatti, quel rosso e polposo scrigno di sapori altro non è che un’infiorescenza, mentre i veri e propri frutti sono i puntini neri che si trovano sulla sua superficie.

Lo sapevi che…

La leggenda racconta che Venere, sopraffatta dal dolore per la morte di Adone, pianse fiumi di lacrime. Queste, una volta cadute sul suolo erboso, si trasformarono in piccoli cuori rossi. Così nacquero le fragole.

Ti è piaciuto questo articolo? Aiutami a divulgare la conoscenza!

E tu cosa ne pensi? Condividi la tua opinione e parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *