Frutta e verdura di stagione

Rapa

Di stagioneNei mesi ottobre-novembre e poi aprile-maggio
Nome completoBrassica rapa
FamigliaCruciferae
Proprietà principali– Proprietà antiossidanti
– Alleato del sistema immunitario, di capelli, ossa e pelle
– Aiuta a disintossicare l’organismo
Maggior produttore mondialeCina
Valori nutrizionali
Apporto calorico: circa 28 a 36 cal per 100 g
Contiene flavonoidi e carotenoidi
Ricca di potassio
Contiene acido folico
Vitamine: A, C, gruppo B
Sali minerali: contengono Calcio (Ca), Potassio (K), Fosforo (P), magnesio (Mg), zolfo (S) e iodio (I)

Nutrizione

La rapa appartiene alla famiglia delle crucifere, la stessa a cui appartiene tutta la combricola composta da cavolo/cavolfiore/broccoli/verza! L’alto contenuto in fibra conferisce alla rapa la capacità di aiutare il regolare transito intestinale.

Le rape, ma anche le cime di rapa, hanno composti solforati e azotati, cioè contenenti atomi di zolfo o azoto. Questi composti, che possono essere tiocianati, isotiocianati, indoli, ecc., stimolano i meccanismi antiossidanti e disintossicanti dell’organismo.
Le rape si rivelano anche diuretiche ed antinfiammatorie.

Nonostante le proprietà benefiche, le rape non vanno consumate in eccesso e ininterrottamente per lunghi periodi, perchè possono rallentare il metabolismo. Perché? Perché inibiscono la secrezione dell’ormone tiroideo tiroxina. In più, si legano allo iodio rendendolo meno disponibile. Per questi motivi, il suo consumo è sconsigliato a chi ha già problemi tiroidei; ma lo è anche per i soggetti con problemi cardiaci e/o renali.

Curiosità!

Problemi di digestione

Per via dell’alto contenuto di un carboidrato che prende il nome di cellulosa, la rapa ci risulta un po’ difficile da digerire. Il motivo è che questa molecola, di origine prevalentemente vegetale, ha una struttura chimica tale da impedire la sua degradazione da parte degli enzimi del nostro tratto digerente.

Rapa e barbabietola sono la stessa cosa?

No! Si somigliano esteticamente e molti le confondono, ma sono due varietà ben distinte:

  • Rapa: di colore rosa, bianco e sfumata di viola. La polpa all’interno è bianca o giallognola, mentre la consistenza è spugnosa;
  • Barbabietola: la polpa è di colore rosso, ed in effetti è conosciuta anche con il nome di rapa rossa. La radice presenta una pellicola esterna rossa.

Ma le cime di rapa sono la foglie della rapa?
Non proprio. Infatti, sebbene entrambe le varietà appartengano alla specie Brassica rapa, la rapa comune appartiene alla sottospecie rapa, mentre le cime di rapa a quella che prende il nome di sylvestris.

Lo sapevi che…

Alcune varietà di rapa vengono utilizzate a scopo sperimentale per via della loro rapida crescita, che permette di studiare in breve tempo numerose generazioni. Non molto tempo fa, sono stati spediti campioni di semi di rapa nello spazio per analizzare la germinazione in tali condizioni.

Ti è piaciuto questo articolo? Aiutami a divulgare la conoscenza!

E tu cosa ne pensi? Condividi la tua opinione e parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *