Frutta e verdura di stagione

Zucca

Di stagioneDa settembre ai primi mesi invernali
Nome completoCucurbita maxima
FamigliaCucurbitaceae
Proprietà principali– Diuretica
– Regolarità intestinale
– Aiuta a ridurre il colesterolo
– Abbassa la pressione sanguigna
SeminaTra maggio e giugno
Maggior produttore mondialeCina
Valori nutrizionali
Apporto calorico: 26 cal per 100 g
Ricchissima di vitamina A
Contiene betacarotene
Contiene Omega-3 e triptofano
Vitamine: A, B (B1, B2, B3, B5 e B6), C
Ricco di Potassio (K), Magnesio (Mg), Fosforo (P), Zinco (Zn), Selenio (Se), Calcio (Ca)

Nutrizione

Due cose mi vengono in mente quando penso alla zucca: innanzitutto la adoro, per me è uno dei simboli dell’autunno, una delle cose che rende speciale questo periodo dell’anno. In secondo luogo, diciamolo, il suo nome scientifico è indubbiamente un incantesimo di Harry Potter.

La zucca è poverissima in calorie, grassi e sodio mentre contiene una buona quantità di fibre. Inoltre contiene triptofano, un amminoacido coinvolto nella produzione della serotonina, il cosiddetto ormone del buonumore, utile a combattere l’insonnia, la fame nervosa e la depressione.

Le vitamine e gli antiossidanti rendono la polpa della zucca un’ottima alleata di bellezza, specie nella preparazione di maschere e creme fai da te, emollienti per il corpo e fortificanti per capelli ed unghie fragili che tendono a spezzarsi.

Curiosità!

Zucca o… maracas?

La zucca è stato uno dei primi strumenti musicali, l’uomo primitivo già la usava come una maracas scuotendola e facendo risuonare i semi al suo interno. E’ usata in varie parti del mondo come risuonatore in molti strumenti musicali.

Da dove viene?

La zucca veniva coltivata già nel 5000 AC in America – ancor prima del mais – dalle tribù sudamericane: i semi erano pieni di proteine ed era facilmente trasportabile: perfetta per gli scambi commerciali.
Colombo la scoprì poi durante i suoi viaggi e la portò in Europa.
In principio la zucca fu usata solo per nutrire i maiali in questa parte di mondo!

Lo sapevi che…

La tradizione di intagliare nelle zucche facce spaventose e metterci dentro candele è celtica, anche se all’inizio si usavano rape. Il motivo? Spaventare Jack O’ Lantern, un’anima errante condannata a vagare sulla terrà per l’eternità.

Ti è piaciuto questo articolo? Aiutami a divulgare la conoscenza!

E tu cosa ne pensi? Condividi la tua opinione e parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *