Frutta e verdura di stagione

Speciale Ottobre

Le foglie ingiallite iniziano a tappezzare marciapiedi e sentieri boschivi, l'aria si fa più pungente e i maglioncini cominciano ad uscire dagli armadi e a sgranchirsi le fibre. Questo autunno arriva con decisione, il vento s'insinua e la pioggia fa visita di frequente.

Era l’ottobre di nuovo…

Un glorioso ottobre, tutto rosso e oro,
con mattine dolci in cui le valli sono piene di nebbie delicate,
come se lo spirito di autunno le avesse versate per mitigare il sole
nebbie color ametista, perla, argento, rosa e fumo-blu.”

Lucy Maud Montogomery

Lo sapevate?

Il nome di questo mese deriva dal latino october, l’ottavo mese del calendario romano, che a differenza del nostro cominciava con il mese di marzo.

Normalmente quando penso alla stagione fredda gli angoli della bocca mi si incurvano verso il basso e aggrotto la fronte, ma pensare alle bontà con cui mi scalderò la pancia nei prossimi mesi… mi fa percepire calore! O, almeno, mi ci fa pensare.

Non possiamo fingere: questo ottobre – e quest’epoca – porta con sè un rischio batteriologico e virale non indifferente!
Raffreddore, tosse, mal di gola e influenza stanno minacciosamente invadendo l’aria. Dovremo dunque trovare validi sostituti di frutta e verdure estive per rimpolpare le nostre difese immunitarie e fare incetta di nutrienti per l’inverno!

Con il fazzoletto a portata di naso ed un dolce cucchiaio di miele a lenire il mal di gola, andiamo a scoprire quali varietà di frutta e verdura madre natura porta sui banchi del mercato questo mese!
Per i più frettolosi, a fondo pagina trovate una tabella con l’elenco completo di tutti i prodotti di ottobre.

I tardivi, chi resta…

Lo dico piano perché non si sa mai, ma la triade melanzanapeperonepomodoro non è ancora del tutto scomparsa laddove le temperature sono miti. Ci lasceranno molto presto, ma i più fortunati possono ancora vedere queste verdure estive spuntare nel proprio orto insieme agli ultimi fagiolini!

Da settembre ci portiamo dietro l’uva, le pere e le mele, nel pieno della loro forma. I fichi sono agli sgoccioli, mentre è il momento di raccogliere i fichi d’India! Nel caso ve le foste perse, potete recuperare le schede di uva e fichi che ho scritto per lo speciale di frutta e verdura di settembre.

Nella prima scheda di questo mese approfondisco la mela, icona di salute da tempo immemore e ora in piena stagione. Grazie ai metodi di conservazione moderni è possibile trovarle praticamente tutto l’anno, ma è indubbiamente questo il momento migliore per consumarle.
E togliamocelo di torno ‘sto medico, va’!

Settembre ed ottobre sono i mesi del peperoncino, che contribuisce a rendere particolarmente caldo questo mese.
Caldo…?!
Sì, perché il peperoncino agisce proprio sui nostri recettori del calore, ingannando così la nostra percezione! Sulle caratteristiche e proprietà del peperoncino potete trovare vita, morte e miracoli nell’articolo che ho scritto.

… e chi arriva!

Chi sono le new entry di questo mese?

Sul red carpet della frutta sfilano gli agrumi in tutta la loro acida rotondità: aranci, limone, lime, mandaranci, pompelmi, mandarini e cedri. Mangiare questi frutti è un toccasana durante il cambio di stagione in quanto ricchi di vitamine (C soprattutto) e proprietà benefiche.

Ma non finisce qui! Cachi, fichi d’India e kiwi si fanno largo sgomitando e reclamando attenzioni. Uno su tutti il kiwi, dal nome esotico e omonimo del simpatico volatile neozelandese. Non tutti sanno che l’Italia primeggia come maggior produttore mondiale di kiwiil frutto, non l’uccello – nonostante sia stato importato nel bel paese solo a fine anni ’70!
Da dove?
Ma dalla Nuova Zelanda, proprio come il pennuto sopracitato! Ho trovato un articolo carinissimo sulle curiosità del kiwiquello col becco stavolta – che vi segnalo anche se sì, lo so, non c’entra nulla.

…Mi piaceva, ok?!

Ma torniamo a noi: che ne pensate di una bella passeggiata nei boschi?
Funghi e castagne aspettano solo il viandante che ha voglia di perdersi tra le fronde dorate di querce e frassini. Sui funghi trovate una ricetta in fondo all’articolo, mentre di entrambe queste bontà potete approfondire la conoscenza con le schede qui sotto.

Questo mese arriva anche il finocchio, con la sua fresca e croccante consistenza, ma ora voglio parlare di lei, sì di lei e proprio lei: la zucca.

Entra in scena questo mese e per me è la regina d’autunno.
Dalle zuppe alle torte salate ai primi, dolci compresi – ebbene sì c’è chi lo fa – la infilerei in ogni ricetta possibile ed immaginabile! Di ogni forma e colore, è bellissima anche nella sua versione ornamentale, da far seccare e usare in composizioni per centrotavola o soprammobili.

Da quando ero piccola mi porto dietro una certezza su questo mese: il 31 si festeggia Halloween e si ammirano le zucche intagliate ed illuminate in una sera in cui fa sempre freddo. Nella scheda trovate anche curiosità su questo avvenimento!

Quali vitamine e sali minerali troviamo in abbondanza questo mese?

Vitamine di cui far scorta

Come anticipato, questo è il mese in cui molti agrumi entrano in scena: con essi l’abbondanza di vitamina C è assicurata, ma forse non tutti sanno che l’uva contiene molta più vitamina C di loro!
La frutta e la verdura di questo mese che ho selezionato per creare le schede sono ricche di antiossidanti, un termine incredibilmente abusato dai media e sulla cui figura si sono create aspettative altissime. L’Humanitas ha spiegato per bene cosa sono, cosa fanno e dove trovare gli antiossidanti in natura.
Sul fatto che siano utili per la salute non ci piove, ma attenzione a non esagerare con le aspettative: niente è miracoloso a questo mondo!

Chi è ricco di antiossidanti, vitamine e sali minerali utili?

La melagrana!
Sapevate che il suo nome deriva dall’unione dei termini malum (pomo) e granatum (con semi)?
Questo e molto altro nella scheda!

La raccolta delle olive

Da ottobre a dicembre è periodo di raccolta delle olive, sia da olio sia da mensa.

Come capire se è il momento di raccoglierle? Dipende dall’utilizzo che si intende fare di questo prodotto. Per quanto riguarda le olive da olio, molti ritengono che il momento migliore per la raccolta sia quando l’invaiatura, cioè il cambiamento di colore del frutto che da verde diventa violaceo e poi nero, è al 50-60%. Non quando è a piena maturazione, dunque: in questo momento si ha la maggior concentrazione di olio e delle sostanze fenoliche che danno le qualità organolettiche e nutrizionali al condimento più popolare al mondo.

Dato che andiamo verso l’inverno e ci sarà bisogno di energie di riserva, oltre all’ottimo olio ricavato da olive di qualità ci sono anche i legumi a venirci in aiuto!

Il mio preferito è in assoluto il fagiolo borlotto, protagonista di insalate e zuppe con cereali.

Mi raccomando: quando consumate legumi/fagioli cercate di abbinarli ai cereali, così da rendere completo l’apporto di amminoacidi essenziali.

Dal reparto erbe aromatiche mi segnalano infine che, per chi fosse appassionato, questo è il periodo giusto per seminare crescione, aneto e cerfoglio.
Curiose entrambe, di stagione entrambe: si raccolgono in questo periodo le mele cotogne e le giuggiole!

  • “E di Storia, che ci racconti?”

Vi parlo dei finocchi! Lo sapevate che le voci sulla sua esistenza affondano nella pianura di Maratona, località della Grecia che fu teatro della famosa battaglia tra Ateniesi e Persiani? Proprio lì, pare, il finocchio cresceva spontaneo: per questa ragione gli antichi lo chiamavano marathon.
Plinio racconta che i serpenti si sfregano contro la pianta di finocchio, dopo aver cambiato la pelle, per riacquistare la vista (?!) e in relazione a questa storia afferma che il finocchio è ottimo nella cura degli occhi.

Concludiamo con qualche ricetta come sempre, vi va?

Per la zuppa e il risotto proposti le varianti sono moltissime: si possono aggiungere funghi, patate o cereali e interscambiare alcuni degli ingredienti tra le due ricette. Il risultato sarà gustosissimo!

Questa ricetta non ha la faccia della salute, lo so: panna, panna ovunque! Però mi ricorda l’infanzia ed è un piatto che scalda il cuore. Vi consiglio la viariante con funghi porcini – freschi o secchi – che mia mamma mi preparava da piccola. In casa, per colpa sua, ero Miss scarpetta.

Per questo mese è tutto, ma ci rivediamo qui il primo di novebre.
Chi ha voglia di orecchiette alle cime di rapa? Io tantissima! 😉

Se avete curiosità particolari su altri prodotti non avete che da segnalarmelo nei commenti qui sotto o nella pagina contatti!
Mi premurerò di crearne appositamente

VERDURAFRUTTA
AglioArachidi
BietaArancia
BietolaCaco
BroccoloCedro
CarotaFico
Cavolino di BruxellesFico d’India
CavoloKiwi
CeceLime
CicoriaLimone
Cime di rapaMandarancio
CipollaMandarino
CostaMela
CrautiMelagrana
FagiolinoNoce
FagioloNocciola
FavaPera
FinocchioPompelmo
FungoUva
Lattuga
LenticchiaERBE AROMATICHE
MelanzanaAglio cinese
PatataAneto
PiselloBasilico
PorroCrescione
RabarbaroCumino
RadicchioErba cipolliuna
RapanelloMaggiorana
ScalognoMelissa
SedanoMenta
SpinacioOrigano
TartufoPeperoncino
TopinamburPrezzemolo
Verza
Zucca

Ti è piaciuto questo articolo? Aiutami a divulgare la conoscenza!

E tu cosa ne pensi? Condividi la tua opinione e parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *